Home Notizie Latest La Strada dell'Olio
La Strada dell'Olio PDF Stampa E-mail

CASTELVETRANO (TP) - Parte il progetto "La Strada dell'Olio", finanziato attraverso fondi del Prusst "Sicilia Terre d'Occidente".

Si tratta di un percorso attraverso un preciso itinerario indirizzato in particolare a gruppi turistici organizzati.
Un vero e proprio itinerario turistico gastronomico che si snoda attraverso il territorio castelvetranese ma può anche coinvolgere più comuni dell'hinterland belicino.

L'itinerario, secondo il progetto esecutivo, redatto dall'ingegnere Giuseppe Taddeo, dirigente del settore Opere Pubbliche del comune, non avrà la finalità del semplice "tour" turistico, ma dovrà osservare delle tappe obbligate in determinati luoghi, siti, strutture antiche e nuove, aventi attinenza con tutto ciò che concerne la raccolta, la lavorazione , la trasformazione delle olive.

All'interno del percorso, grazie ad una opportuna segnaletica, che sarà a breve realizzata e collocata, verrà data la possibilità di arrivare alla Chiesa della SS Trinità di Delia, dove esiste un museo etnografico con macchinari risalenti all'800, per poi visitare un baglio antico con macine e presse del 600.
A met?† percorso, grazie alla disponibilità già offerta da alcuni commercianti si potranno visitare le aziende locali: Peruzza, Oleificio Muraria, Curaba, Olio e Olive e Campagna, dove oltre alla possibilità di acquisto di prodotti tipici, verranno mostrate, nei periodi adatti, tutte le fasi di trasformazione e confezionamento delle olive.

Saranno inserite nell'itinerario, diverse tappe anche di tipo eno-gastronomico, il piccolo oleificio artigianale, le Chiese e le sue piazze.
Inoltre l'Amministrazione ha programmato l'acquisto di un prefabbricato in legno ad uso ufficio informazioni, che sarà collocato su un area comunale nei pressi dell'ingresso autostradale.

Un sorta di "reception", per i turisti che verrà gestito da personale comunale e che ha lo scopo di fornire informazioni, offrire opuscoli, materiale storico e quant'altro relativamente a questo percorso.

Secondo il progetto l'itinerario può essere esteso in maniera da coinvolgere più comuni del bacino belicino che potranno offrire anche i loro percorsi.
A settembre è stata fissata la gara di appalto per la realizzazione della cartellonistica e del chiosco che sarà funzionante per il periodo della raccolta e molitura delle olive.